Prossimamente
12
Set
roma
#AperiTech di Angular Roma
12
Set
roma
#AperiTech di Angular Roma

Seconda tappa a Milano per il roadshow di AI WorkLab 2.0: continua la ricerca di nuovi talenti in campo AI

Si terrà lunedì 12 novembre a Milano, presso la sede di Cerved in Via dell’Unione Europea 6/A, la seconda tappa del roadshow di AI WorkLab 2.0, il programma di incubazione sull’Intelligenza Artificiale realizzato da LVenture Group in partnership con American ExpressCervedgrowITupInvitaliaSanofi e Sara Assicurazioni.

Un nuovo appuntamento dedicato alla scoperta di talenti e startup con progetti innovativi nel campo dell’Intelligenza Artificiale: l’evento sarà infatti l’occasione per candidarsi ad AI WorkLab 2.0 presentando la propria idea agli esperti di LUISS EnLabs (l’acceleratore d’impresa di LVenture Group) e delle corporate partner, ricevendo un feedback immediato che potrà agevolare la selezione.

Il programma di incubazione AI WorkLab 2.0 – “A human touch in AI” (alla sua seconda edizione) vuole individuare nuove competenze in campo AI e svilupparle, in sinergia tra i partner, in progetti in grado di offrire nuove soluzioni per il mercato. L’Intelligenza Artificiale è infatti oggi una tecnologia capace di apportare grandi benefici in tutti i settori della nostra vita quotidiana, in termini di crescita e sviluppo, necessitando al contempo di nuove professionalità qualificate nel settore.

La sessione mattutina dell’evento vedrà gli interventi di Stefano GattiHead of Innovation & Data Sources di Cerved e di Susanna ZuccariniSviluppo Mercato e Servizi di Invitalia, tra i partner del programma. Augusto CoppolaManaging Director di LUISS EnLabs presenterà poi il percorso di AI WorkLab 2.0 e terrà il workshop “A human touch in AI”. La seconda parte dell’evento sarà invece dedicata alla presentazione delle candidature dei partecipanti.

Ad ospitare la seconda tappa del roadshow di AI WorkLab 2.0 sarà Cerved, data-driven company italiana e partner fin dal lancio della prima edizione del programma. La società, all’avanguardia nei servizi per analizzare il rischio di credito e nell’offerta di soluzioni di marketing e gestione di crediti problematici, continua ad investire nel settore AI (soprattutto in ambito Fintech e Proptech) in quanto passaggio fondamentale per innovare i sistemi decisionali che impattano su tutto il tessuto economico italiano.

L’Intelligenza Artificiale avrà un impatto crescente sulle decisioni umane e ne aumenterà l’efficacia”, afferma Stefano GattiHead of Innovation & Data Sources di Cerved. “Cerved darà supporto al programma AI WorkLab ospitando questa tappa di selezione delle idee: faremo attività di mentoring nei confronti delle startup e daremo loro la possibilità di utilizzare il portale API Cerved dedicato agli sviluppatori.”

Sarà possibile partecipare alla call di AI WorkLab 2.0 sino al 10 dicembre. I team selezionati riceveranno un grant di 2.500 euro (equity free) e accederanno a un percorso di 3 mesi che partirà nel mese di gennaio 2019 e si terrà presso l’Hub di LVenture Group LUISS EnLabs. Durante il programma, grazie al supporto del team di esperti di LUISS EnLabs e dei mentor delle corporate partner, idee innovative saranno sviluppate in progetti imprenditoriali pronti ad essere testati sul mercato.

AI WorkLab è nato per stimolare proposte innovative nel campo dell’Intelligenza Artificiale e svilupparle in progetti imprenditoriali in grado di confrontarsi sul mercato.” Lo afferma Augusto CoppolaManaging Director di LUISS EnLabs. “Già oggi l’AI ricopre un ruolo di primo piano e avrà un impatto sempre più forte nei prossimi anni, in termini di benefici per la nostra vita quotidiana e per lo sviluppo a livello globale. LVenture Group, assieme ai suoi partner, vuole offrire con questo programma un’occasione per far nascere soluzioni in grado di anticipare le problematiche del futuro e far crescere l’ecosistema dell’innovazione”.

L’evento di Milano è la seconda tappa del roadshow di AI WorkLab 2.0 partito da Napoli, che toccherà successivamente Roma per concludersi poi a Padova.

AI WorkLab 2.0: parte da Napoli il roadshow per scoprire i nuovi talenti dell’Intelligenza Artificiale

Prenderà il via giovedì 8 novembre Napoli, presso l’Università Federico II, Corso Nicolangelo Protopisani 70, il roadshow di AI WorkLab 2.0, la seconda edizione del programma di incubazione dedicato all’Intelligenza Artificiale, realizzato da LVenture Groupin partnership con American ExpressCervedgrowITupInvitaliaSanofi e Sara Assicurazioni.

AI WorkLab 2.0 vuole individuare talenti e startup con idee innovative nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale per supportarle, in sinergia con i partner, nella realizzazione di nuove soluzioni per il mercato.

L’evento di Napoli, sarà il primo appuntamento per scoprire tutte le opportunità offerte dal programma e per candidarsi allo stesso, presentando le proprie idee in campo AI.

Durante la sessione della mattina, dopo un saluto introduttivo di Massimo Varrone(Responsabile Incubatore Campania New Steel), interverranno Milena Leone (Head of Innovation and Digital, Divisione Consumer Health Care Sanofi) e Marco De Guzzis(Responsabile Sviluppo e Servizi Invitalia), tra i partner del programma. Seguirà la presentazione di AI WorkLab 2.0 da parte di Augusto Coppola (Managing DirectorLUISS EnLabs), che terrà poi il workshop “A human touch in AI”.

Nella seconda parte dell’evento, a partire dal primo pomeriggio, tutte le persone interessate a partecipare al programma potranno presentare i loro progetti sull’Intelligenza Artificiale e ricevere un primo feedback immediato dal team di esperti di LUISS EnLabs (l’acceleratore di startup di LVenture Group) e dagli esperti delle corporate partner presenti, aumentando così le possibilità di essere selezionati.

Un tema, quello dell’Intelligenza Artificiale, che vede proprio le grandi aziende confrontarsi con le sfide e le opportunità che questa tecnologia offre. Sanofi, in prima linea nello sviluppo di soluzioni in grado di rispondere ai bisogni di salute delle persone di tutto il mondo, ha lanciato Uwell, una piattaforma digitale, disponibile per il web e come app, nata per rivoluzionare il rapporto delle persone con la propria salute nel quotidiano.

In Sanofi crediamo che prevenzione, salute e benessere siano indispensabili per vivere in modo più sano. Uwell è nata per educare e motivare le persone a prendersi cura di sé in modo consapevole e partecipe delle proprie scelte, per andare incontro alle esigenze concrete delle persone, per semplificare il loro percorso di salute quotidiano”. Lo afferma Milena LeoneHead of Innovation and Digital della Divisone Consumer Health Care Sanofi. “Siamo sicuri che l’Intelligenza Artificiale potrà ampliare e migliorare in modo significativo i servizi e le funzionalità di Uwell”.

La call per partecipare ad AI WorkLab 2.0 sarà aperta sino al 10 dicembre: i team selezionati riceveranno un grant di 2.500 euro (equity free) e accederanno a un percorso che si svolgerà presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs a partire dal mese di gennaio 2019. In soli 3 mesi i progetti presentati saranno trasformati in idee imprenditoriali, pronte ad essere testate sul mercato.

AI WorkLab è un programma nato per dare la possibilità a progetti in una fase ancora iniziale della loro vita di poter crescere, sviluppando proposte innovative nel campo dell’Intelligenza Artificiale. L’AI sta cambiando il mondo in diversi ambiti della nostra vita quotidiana e sarà sempre più centrale per individuare soluzioni alle problematiche che si manifesteranno nei prossimi anni: supportare la nascita di nuove idee imprenditoriali in questo settore ricopre un’importanza strategica per chi, come LVenture Group e i nostri partner, vuole investire in innovazione per anticipare le sfide del futuro”, lo afferma Augusto CoppolaManaging Director di LUISS EnLabs.

L’evento di Napoli, realizzato in collaborazione con Campania New Steel, rappresenta la prima tappa di un roadshow che toccherà poi, tra novembre e dicembre, le città di Milano, Roma e Padova.

AI WorkLab 2.0: growITup e Invitalia partner tecnici

Prende il via AI WorkLab 2.0 – “A human touch in AI”, il programma di incubazione sull’Intelligenza Artificiale realizzato da LVenture Group in partnership con American ExpressCervedgrowITupInvitaliaSanofi e Sara Assicurazioni, presentato la settimana scorsa con un partecipato evento di lancio. Questa seconda edizione si avvale della collaborazione di due partner tecnici di grande rilievo: growITup e Invitalia.

AI WorkLab 2.0 si pone l’obiettivo di selezionare talenti individuali e startup nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale, sviluppando progetti innovativi in sinergia con le corporate partner. Il programma farà affidamento sulla grande esperienza nel campo dell’innovazione e della trasformazione digitale di growITup e Invitalia che metteranno a disposizione dei partecipanti il loro know-how, già a partire dalle diverse tappe del roadshow che tra novembre e dicembre attraverserà l’Italia. Un laboratorio itinerante per scoprire nuovi talenti nel settore dell’AI, che toccherà le città di Napoli l’8 novembre, Milano il 12 novembre, Roma il 20 novembre per concludersi poi a Padova il 5 dicembre.

growITup è il progetto avviato da Microsoft insieme a Cariplo Factory per promuovere l’innovazione mettendo in contatto le grandi imprese espressione del Made in Italy con le startup più promettenti, in un’ottica di collaborazione aperta.

“Attraverso growITup e il progetto di ecosistema Ambizione Italia, Microsoft intende creare una contaminazione positiva tra le giovani startup a più alto potenziale e le aziende del nostro Paese. Siamo lieti di contribuire con growITup ad AI WorkLab 2.0 affinché le startup possano cogliere le opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale: l’AI ha infatti in sé il potenziale per accelerare la crescita del nostro Paese ed è nostro preciso obiettivo farne conoscere benefici e scenari di utilizzo a un numero sempre maggiore di persone e organizzazioni, grandi e piccole. Durante l’AI Worklab verranno utilizzati inoltre i contenuti della AI School, messi a disposizione gratuitamente da Microsoft, vale a dire materiali e risorse online per integrare l’intelligenza artificiale all’interno dei propri progetti e soluzioni”,ha affermato Barbara CominelliMarketing & Operations Director Microsoft Italia.

Invitalia è l’Agenzia per lo sviluppo oggi protagonista di un percorso di trasformazione digitale che ha portato alla definizione di una roadmap evolutiva per convertire i progetti imprenditoriali e le misure agevolative in modalità data-driven. Per realizzare questo obiettivo l’Agenzia Governativa è pronta a investire nei progetti più promettenti di Big Data analytics e Intelligenza Artificiale.

La finalità di Invitalia è quella di facilitare la nascita di nuove imprese e lo sviluppo di quelle esistenti. In tal senso l’Intelligenza Artificiale è spesso elemento essenziale dei piani di impresa più innovativi che sosteniamo, oltre ad essere un prezioso strumento per facilitare e rendere trasparente il dialogo con i nostri interlocutori.” Commenta così la partecipazione ad AI WorkLab 2.0 Marco De GuzzisResponsabile Sviluppo Mercato e Servizi di Invitalia.

È possibile inviare la propria candidatura per entrare a far parte di AI WorkLab 2.0 sino al 10 dicembre. I team selezionati potranno accedere a un percorso di 3 mesi che si terrà presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs, durante i quali, grazie al confronto costante con il team di esperti di LUISS EnLabs e dei partner, progetti innovativi in campo AI saranno trasformati in soluzioni pronte per affermarsi sul mercato.

Siamo molto orgogliosi di aver rinnovato AI WorkLab assieme a partner che credono nelle grandi opportunità della trasformazione digitale. Collaborare fianco a fianco con growITup e Invitalia e con tutti i nostri partner, per dimostrare come l’AI possa rappresentare uno dei fattori centrali per lo sviluppo, sono convinto contribuirà ad arricchire il nostro ecosistema dell’innovazione e delle competenze”, afferma Giuseppe TomeiHead of Open Innovation di LVenture Group.

Le startup e le scaleup del portafoglio di LVenture Group protagoniste all’Investor Night

Si è svolta nella serata di ieri la seconda edizione dell’Investor Night di LVenture Group che ha visto, presso gli spazi milanesi del Milano LUISS Hub, nove delle migliori aziende innovative della holding di partecipazioni quotata sul MTA di Borsa Italiana presentare i loro progetti imprenditoriali a una platea selezionata di investitori.

Cinque startup in forte crescita, DeesupInkdomeIn Time LinkMyLab NutritionPowahome e quattro scaleup pronte all’espansione internazionale, FitprimePlaywood, Kpi6 e Yakkyo hanno aperto il loro fundraising, per round di investimento “seed” e “pre series A”.

Hanno partecipato alla sessione dedicata a round di investimento “seed”, sino a €350K le startup:

Deesup, il marketplace per vendere e acquistare elementi esclusivi di design firmato di seconda mano, garantendo l’autenticità e la buona conservazione degli arredi;

Inkdome, il tattoo studio virtuale che, attraverso l’Intelligenza Artificiale, assiste gli utenti nella scelta del tatuaggio più adatto al proprio stile mettendoli in contatto con i migliori artisti certificati;

In Time Link, la soluzione per abilitare pagamenti cashless dalle vending machine, attraverso una scheda elettronica installata nei distributori automatici e un’app scaricabile sullo smartphone;

MyLab Nutrition, il servizio che consente agli sportivi professionisti di creare integratori alimentari personalizzati mediante un laboratorio interattivo e un e-commerce per acquistare direttamente i prodotti;

Powahome, la soluzione di smart home che grazie a un device, a un’app scaricabile per smartphone e all’interazione con l’assistente vocale Google Home permette il controllo da remoto di prese elettriche e interruttori.

Nella sessione dedicata a round di investimento “pre series A”, sino a €1,5M, hanno presentato agli investitori i loro piani per scalare sul mercato internazionale le scaleup:

Fitprime, la piattaforma di sharing per gli sportivi, che permette ai propri iscritti di frequentare diverse attività in moltissime strutture, senza l’obbligo di sottoscrivere un abbonamento vincolante in una sola palestra;

Kpi6, la piattaforma che applica l’Intelligenza Artificiale per aiutare le aziende e i professionisti ad interpretare i dati delle conversazioni social, estrapolare gli interessi e i tratti della personalità della propria audience e in questo modo raggiungerla più facilmente;

PlayWood, l’innovativo sistema di arredo modulare che combina connettori e pannelli di legno per creare mobili personalizzati. Grazie alla fabbricazione digitale e ai progetti gratuiti scaricabili dal sito internet, PlayWood ha conquistato il mercato di oltre 30 paesi;

Yakkyo, la piattaforma online che, attraverso un chatbot, fornisce alle PMI un servizio completo per l’importazione delle merci dalla Cina: dalla ricerca del fornitore alla consegna a domicilio, garantendo al cliente la scelta dei prodotti.

Dal design al lifestyle, dalla domotica al fitness sino all’analisi dei Big Data e alle frontiere del dropshipping, le imprese innovative oggi presentate all’Investor Night sono pronte ad affermarsi in diversi mercati, a dimostrazione della qualità e della ricchezza del portafoglio di LVenture Group.

Progetti sviluppati grazie al nostro Programma di Accelerazione sono diventati imprese, mentre il nostro network di investitori sta supportando le scaleup più mature e pronte per scalare a livello internazionale”, ha affermato Luigi CapelloCEO di LVenture Group a margine dell’evento. “L’evento di oggi conferma l’unicità della filiera creata in questi anni, capace di accompagnare le startup verso il successo e di realizzare importanti valorizzazioni degli investimenti effettuati”.

“A Human Touch in AI”: al via il programma di incubazione AI WorkLab 2.0

Si è tenuto ieri sera, nella cornice del Milano LUISS Hub, l’evento di lancio di AI WorkLab 2.0, il programma di incubazione sull’Intelligenza Artificiale promosso da LVenture Group in partnership con American ExpressCervedgrowITupInvitaliaSanofiSara Assicurazioni e giunto alla sua seconda edizione.

AI WorkLab 2.0 è volto a individuare startup ad alto contenuto tecnologico nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale e a svilupparle in sinergia con i partner come nuove soluzioni per il mercato. Il programma ricopre una duplice valenza: le aziende partner avranno la possibilità di scoprire e coltivare nuovi talenti, mentre i partecipanti potranno avvalersi del confronto diretto con manager ed esperti di realtà consolidate per validare il proprio progetto.

A human touch in AI” è il tema di questa edizione, che vuole rappresentare da un lato l’impatto sul futuro dell’Intelligenza Artificiale e, dall’altro, la centralità del fattore umano, delle nuove competenze e professionalità necessarie per indirizzare l’utilizzo di questa tecnologia verso i grandi benefici raggiungibili in termini di salute, sicurezza e produttività.

Siamo molto soddisfatti di aver rinnovato AI WorkLab con partner in prima linea nel processo di trasformazione digitale”, ha affermato Giuseppe TomeiHead of Open Innovation di LVenture Group introducendo l’evento. “In tutto il mondo si stimano solo 300.000 professionisti con competenze specifiche sull’Intelligenza Artificiale, ma la domanda è nell’ordine di milioni. Gli investimenti complessivi in AI hanno superato i 46,5 miliardi di dollari e sono in costante crescita, basti pensare al recente investimento di 1 miliardo di dollari annunciato dal MIT. Con programmi di Open Innovation come AI WorkLab vogliamo coltivare i talenti e le startup avvicinandoli alle corporate, in un settore, quello dell’AI, sempre più decisivo per la competitività su scala globale”.

Una panoramica sugli sviluppi e sugli scenari futuri dell’Intelligenza Artificiale è stata poi offerta da Daniele PucciHead of the Dynamic Interaction Control Research Linedell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT): “L’impatto che l’Intelligenza Artificiale avrà sulla nostra società è paragonabile a quello avuto dall’avvento dell’elettricità. Case intelligenti in grado di segnalare guasti, prenotare interventi tecnici, ed organizzare e coordinare le nostre diete. Automobili e imbarcazioni a guida autonoma che trasportano i nostri cari e merci tra i continenti senza la nostra presenza e senza equipaggio. Bilance in grado di effettuare un check-up quotidiano e prenotare lo specialista di riferimento in caso di anomalie”.

A seguire la presentazione del programma da parte di Augusto Coppola (Managing Directordi LUISS EnLabs) che ha poi condotto il panel “La rivoluzione digitale delle Corporate: l’Intelligenza Artificiale innova l’impresa italiana”. Durante la discussione hanno spiegato le ragioni della partecipazione delle corporate partner ad AI WorkLab 2.0:

  • Bruno Coletta – Head of Marketing & CRM Payback – American Express;
  • Stefano Gatti – Head of Innovation & Data Sources Cerved;
  • Barbara Cominelli – Marketing and Operations Director Microsoft Italia | growITup;
  • Fabrizio Bellezza – Responsabile Sistemi Informativi Invitalia;
  • Milena Leone – Head of Innovation and Digital Consumer Health Care Sanofi;
  • Alberto Tosti – Direttore Generale Sara Assicurazioni.

La call per partecipare ad AI WorkLab 2.0 sarà aperta sino al 10 dicembre: i team selezionati riceveranno un grant di 2.500 euro (equity free) e accederanno a un percorso di 3 mesi che si svolgerà presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs, a partire dal mese di gennaio 2019. Durante il programma saranno supportati dal team di LUISS EnLabs e dagli esperti delle corporate partner nello sviluppo delle loro soluzioni innovative.

L’edizione precedente di AI WorkLab ha ricevuto oltre duecento candidature finalizzate, tra team e talenti. Sono stati selezionati dieci progetti, di cui nove hanno realizzato un MVP durante il programma, poi presentato al Gran Finale. Due startup hanno ottenuto un successivo round di investimento mentre una startup è stata selezionata per il programma di accelerazione di LUISS EnLabs. È stato inoltre sviluppato un PoC con un’azienda partner, tutt’ora in corso.

L’Intelligenza Artificiale sta cambiando il mondo, non solo della produzione, ma anche della vita di tutti i giorni. È una tecnologia che garantisce un tremendo vantaggio competitivo a chi, per primo, riesce ad assicurarsela.” Ha dichiarato Augusto CoppolaManaging Director di LUISS EnLabs. “Favorire la nascita di aziende in questo ambito è dunque non solo una necessità per le società che investono in innovazione, come LVenture Group, ma per l’intero ecosistema italiano. AI WorkLab è il tentativo di offrire un contributo importante in questa direzione e, alla luce dei risultati della precedente edizione, è un tentativo ben riuscito”.

Tre startup di LVenture Group pronte a scalare

Sono ben tre le startup nel portafoglio di LVenture Group entrate a far parte della rosa ristretta di 15 aziende innovative selezionate tra oltre 1.000 candidature per la quarta edizione di ScaleIT: la piattaforma-evento che ogni anno a ottobre presenta a un pool di investitori internazionali le migliori scaleup italiane e dell’Europa Sud orientale.

CodemotionDirettoo e Insoore avranno infatti l’occasione di promuovere le loro realtà imprenditoriali ad una platea selezionata di oltre 40 rappresentanti di fondi VC internazionali e confrontarsi con gli operatori di riferimento dei mercati più attivi nel campo dell’innovazione.

La sezione Earlier Stage, prevista quest’anno per la prima volta e dedicata alle realtà in campo fintech-insurtech, con chiare prospettive di crescita nel breve periodo grazie a modelli di business disruptive, vedrà la partecipazione di Insoore.

Creata da WhoosnapInsoore è la piattaforma che mette in contatto le aziende appartenenti al settore assicurativo e del fleet management con una community di esperti e periti pronti a realizzare in real time e on-demand una documentazione fotografica di un veicolo, al fine di ridurre i costi derivanti dalle frodi assicurative e fornire assistenza all’assicurato.

Nella sezione Scaleup, la sezione tradizionale dell’appuntamento, dedicata alle aziende innovative capaci di realizzare risultati di assoluto rilievo (ad esempio un milione di euro di fatturato o un milione di utenti mensili negli ultimi 12 mesi e una crescita vicina al 100% anno su anno) parteciperanno invece Codemotion e Direttoo.

Codemotion è la piattaforma per l’innovazione europea che offre servizi per professionisti IT e aziende attraverso eventi, formazione altamente professionale e progetti di open innovation. Codemotion organizza la più grande conferenza tecnica per sviluppatori nell’area EMEA, coinvolgendo come speaker gli esperti internazionali di riferimento e i maggiori player IT.

Direttoo è la piattaforma digitale dove i ristoratori possono ricercare e acquistare qualsiasi prodotto con un solo click, analizzare i dati e rivoluzionare il proprio business. Il primo strumento che ottimizza la relazione commerciale tra i reali attori del settore per creare una filiera agroalimentare innovativa: diretta e digitale.

Una grande occasione per allargare i propri orizzonti di crescita, con l’obiettivo di aggiudicarsi finanziamenti di serie A, B e C da un minimo di 3 fino a un massimo di 30 milioni di euro.

Soundreef annuncia un nuovo aumento di capitale di €3,5 milioni

Soundreef S.p.A. ha deliberato ieri un aumento di capitale che completa una raccolta complessiva nel 2018 pari a 3,5 milioni di euro. L’aumento di capitale sarà sottoscritto dai soci esistenti, a conferma della fiducia riposta nello sviluppo positivo delle attività.

L’operazione si inserisce quindi in un contesto più grande di supporto costante allo sviluppo della società in ambito tecnologico. Ad oggi sono stati investiti dai soci circa 10 milioni di euro nel corso degli anni, con l’obiettivo di garantire sempre maggiore trasparenza ed efficienza dei servizi in favore di autori ed editori.

Davide d’Atri, Amministratore Delegato di Soundreef S.p.A., dichiara: “L’impiego dei nuovi fondi ha come obiettivo la drastica riduzione dei tempi di rendicontazione dei ricavi provenienti dai diritti d’autore, una migliore visibilità sulla ripartizione degli stessi e il perfezionamento delle statistiche di utilizzo, sempre più comprensibili e utilizzabili”.

Presente in più di 40 Paesi, Soundreef prosegue con successo il suo percorso di crescita in Italia e all’estero ed è oggi percepita come una delle aziende digitali ad alto grado di innovazione più promettenti, tanto da vantare tra i suoi promotori società come VAM Investments Group S.p.A. e LVenture Group S.p.A.

Siamo orgogliosi degli ultimi risultati di Soundreef e del suo percorso di crescita: una delle startup di punta del nostro portafoglio in cui abbiamo creduto sin dal principio e che oggi si sta affermando sul mercato tra le aziende più promettenti del panorama digitale”. Lo afferma Luigi CapelloCEO di LVenture Group. “I nuovi investimenti in Soundreef confermano il successo del nostro modello di business il cui obiettivo viene realizzato attraendo nuovi capitali e conseguendo importanti rivalutazioni dell’investimento iniziale per giungere poi all’exit, coronamento finale dei nostri sforzi”.

Revotree lancia campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe

Revotree, la startup che ha creato un rivoluzionario impianto per ottimizzare l’irrigazione dei terreni, ha lanciato oggi la propria campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe.

Il team di Revotree ha ideato una soluzione agritech partendo da un problema noto: la necessità per le imprese agricole di risparmiare e non sprecare le risorse idriche.

L’acqua utilizzata viene spesso sprecata a causa dei metodi tradizionali e delle tecnologie obsolete e costose che rendono l’agricoltura un settore profondamente inefficiente. Il consumo medio di acqua per ettaro per le colture permanenti (frutteti, vigneti e uliveti) è di circa 3.500 metri cubi all’anno.

Revotree ha ideato una piattaforma hardware e software per l’agricoltura di precisione con cui l’agricoltore può: monitorare lo stato dei terreni; gestire le operazioni agronomiche e le attività agricole; automatizzare l’impianto di irrigazione, ottimizzando i suoi processi.

Revotree integra sonde per il terreno, stazioni meteorologiche e valvole di facile installazione grazie a una piattaforma gestionale e di controllo dei dispositivi.


La piattaforma permette l’analisi dei dati in tempo reale, la condivisione delle migliori pratiche l’azionamento dell’impianto di irrigazione, per ottenere il risparmio di risorse naturali ed economiche importanti per le aziende agricole di tutte le dimensioni. Le aziende agricole che utilizzano il sistema Revotree risparmiano fino al 50% d’acqua e molto tempo in termini operativi, aumentando così la produttività delle proprie colture.

Il mercato dell’agricoltura di precisione sta diventando sempre più importante: dall’aumento della necessità produttiva, alla direzione politica verso cui l’Unione Europea si sta muovendo, al cambio generazionale, ai trend di investimento europei e globali, tutto indica come l’agricoltura stia chiedendo a gran voce una evoluzione nella gestione dei processi.

In questo contesto Revotree sfrutta le nuove tecnologie IoT e del machine learning per aumentare l’efficienza dell’intero settore.

Il team ha già validato sul  mercato  tre prodotti hardware volti al controllo dell’irrigazione e una piattaforma software per la gestione dei dispositivi, rivolta a piccoli e grandi imprenditori agricoli.
Questo, però, è solo il primo step di una vision a lungo termine: Revotree vuole puntare su una intelligence agronomica guidata dalla tecnologia, che sia in grado di fornire le risposte alle nuove necessità alimentari dell’uomo.

Le prossime fasi del progetto prevedono la realizzazione di una piattaforma di completa gestione dei processi agricoli (non solo irrigui) e la progettazione di modelli di machine learning volti all’erogazione di specifici servizi per i vari attori coinvolti nel mondo dell’agricoltura: agricoltori, agronomi, cooperative.

Per raggiungere questi traguardi Revotree ha scelto di avvalersi dello strumento dell’equity crowdfunding, attivando dal 10 ottobre 2018 una campagna su CrowdFundMe, la piattaforma che permette di investire nelle migliori startup e PMI innovative italiane completamente online. Per raggiungere un investimento minimo di 150.000 euro, quindi, la startup è pronta ad aprire le porte a nuovi soci.

Continua la rivoluzione dell’home automation: Vikey chiude un nuovo round di investimento da oltre €500K

Vikey, startup del portafoglio di LVenture Group, ha chiuso un round di investimento di oltre €500K guidato da Italian Angels for Growth (IAG) e Club degli Investitori (CdI), cui hanno partecipato la stessa LVenture Group e alcuni business angel di Angel Partner Group (APG). Tra questi ultimi, conferma la sua fiducia in Vikey anche il calciatore della S.S. Lazio Ciro Immobile con la sua 9 Invest Srl.

Vikey è una soluzione hardware e software nel settore dell’hospitality che ha digitalizzato il processo per effettuare i check-in degli appartamenti destinati all’uso ricettivo. Grazie alla sua tecnologia IoT, installata solamente all’interno dell’appartamento, Vikey permette ai gestori degli appartamenti per vacanze l’apertura in remoto, mediante smartphone, del portone del palazzo e della porta di casa. Il sistema è anche capace di gestire tutti gli aspetti del check-in e del check-out, compreso l’invio dei documenti ed il pagamento dei servizi di upselling.

Questa operazione conferma la competitività delle nostre startup e la capacità del nostro network di investitori di supportarne la crescita, aumentandone il valore. Questo nuovo round di investimento dimostra le grandi potenzialità di Vikey in un mercato in forte espansione, come quello del Vacation Rental, dove i principali player sono alla continua ricerca di nuove tecnologie e delle soluzioni innovative proposte dalle startup” afferma Luigi CapelloCEO di LVenture Group.

Abbiamo selezionato Vikey per il nostro portafoglio d’investimenti per le grandi potenzialità, per la validità del team e per la straordinaria opportunità di mercato, sia a livello italiano che europeo. Siamo estremamente felici della valida collaborazione instaurata con la società” ha precisato Valerio CaraccioloVice Presidente di IAG, il principale network italiano di business angel.

È molto importante per noi che anche IAG e CdI si siano uniti a LVenture Group” ha aggiunto Matteo CarusoCTO di Vikey. “Questo ci riempie di orgoglio e li ringraziamo per la fiducia che ripongono nel progetto e nel nostro team“.

Con questo aumento di capitale la startup romana è pronta per affermarsi a livello europeo, a partire da Spagna, Francia e Portogallo: “I numeri di quest’anno parlano chiaro: Vikey è ormai una realtà consolidata ed in crescita esponenziale” afferma Luca BernardoniCEO di Vikey. “Non ci accontentiamo di quanto fatto finora e sfrutteremo questo nuovo investimento per scalare il mercato europeo. La rivoluzione dell’home automation è appena iniziata“.

Facebook sceglie l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs per come sede di Binario F from Facebook

Facebook ha scelto l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs, presso la Stazione Termini di Roma, come sede del suo nuovo spazio dedicato allo sviluppo delle competenze digitali chiamato “Binario F”.

Parte del costante impegno della celebre azienda di Menlo Park sul tema delle digital skills, lo spazio sarà messo a disposizione gratuitamente per la comunità italiana. “Binario F from Facebook” aspira così a diventare il punto di riferimento di imprese, istituzioni e semplici cittadini che vogliono accrescere la propria preparazione sul digital, ma anche confrontarsi sui più moderni temi legati all’innovazione e alla tecnologia.

Binario F, che in base all’accordo siglato tra Facebook e LVenture Group, verrà ospitato nell’Hub da LVenture Group e LUISS EnLabs, offrirà alle persone e alle aziende le competenze digitali necessarie per sviluppare nuova imprenditorialità, creare nuovi posti di lavoro e sostenere le comunità locali.

«Siamo orgogliosi di poter accogliere, all’interno del nostro Hub, Facebook, una delle aziende leader nel campo del digital» afferma Luigi Capello, CEO di LVenture Group. «Il nostro ecosistema si arricchisce di un partner strategico, con cui abbiamo un obiettivo comune: potenziare le competenze digitali delle persone e delle aziende che vogliono diventare protagonisti dell’economia del futuro, creando in questo modo nuove imprese di successo e opportunità di lavoro per i giovani talenti italiani».